Inglese d’estate: VELUX Kids Lab

Quest’estate abbiamo partecipato con entusiasmo a un campus estivo sperimentale nel regno delle finestre per tetti, VELUX Italia, a Colognola ai Colli.

Il gruppo comprendeva bambini tra i 7 e i 14 anni, con livelli di inglese molto vari.

Ci siamo dedicati alla lettura e a tanti giochi in inglese, per finire con le originali realizzazioni artistiche sul tema delle attività’.

Grazie a VELUX Italia della fiducia, e grazie ai fantastici bambini e ragazzi della loro partecipazione e attenzione.

Playgroup di Verona Cadidavid 2017-18

Il primo anno dei piccoli koala e’ finito, e quante cose abbiamo fatto!

Per festeggiare abbiamo chiuso in bellezza con una caccia al tesoro, un quizzone e giochi d’acqua. Poi la consegna dei diplomi e di un piccolo regalo per ogni koala.

Ogni bambino interiorizza e impara col proprio ritmo, e per tanta varieta’ ci sono tanti risultati diversi.

Il nostro risultato più grande e’ che i nostri piccoli koala abbiano imparato a giocare, ascoltare e un pochino parlare in inglese grazie ai nostri appuntamenti settimanali. C’e’ tempo per i libri, i compiti a casa, la pressione dei voti e delle pagelle… Noi vogliamo solo usare l’inglese per divertirci!

Un grandissimo THANK YOU alle mamme e ai papa’ che sono stati con noi quest’anno, un anno di grande energia, creatività’ e sperimentazione.

Thank you for trusting me and allowing me to work with the beautiful minds of your children.

E ora… tutti in vacanza!

 

 

Inglese per piccolissimi koala (0-3 anni)

Un genitore può pensare che 6 mesi, 1 anno, 2 anni sia presto per iniziare a esporre i propri bimbi (o addirittura neonati) all’inglese. Ma non lo e’. Casomai esiste un ‘troppo tardi’, ma non un ‘troppo presto’.

Quando ho iniziato a studiare linguistica – fine anni 90 – si sapeva già che l’età ideale per studiare le lingue straniere con successo era entro gli 11 anni. Adesso ci sono studi di neurolinguistica che testano e confermano la comprensione multilinguistica già’ nel grembo materno: la risposta dei feti alla voce della mamma  e’ diversa in base alla lingua in cui parla.

Verso il quarto mese, inizia la categorizzazione dei suoni in maniera sistematica. E dal sesto mese, incredibile ma vero, già’ il cervello inizia a concentrarsi sui suoni degli alfabeti già’ familiari, chiudendo il ventaglio infinito di lingue percepibili a una più stretta selezione di suoni già’ sentiti.

Devo aggiungere – da mamma – che i bambini sotto l’anno di eta’ hanno la meravigliosa capacità di sorprenderci all’improvviso dimostrandoci che non solo ci capiscono, ma da un bel po’, e anzi sono già oltre. Vi e’ mai capitato di capire all’improvviso che il vostro bimbo o bimba fosse molto più avanti di quanto non credeste?

A questa età l’apprendimento della seconda lingua avviene esattamente come con la prima: maggiore l’esposizione, l’interazione umana e la ripetizione, migliore il risultato.

Io, per non sbagliare, ho iniziato a parlare in inglese ai miei bambini quando erano ancora comodamente appallottolati nel mio utero. Quanto a voi, il momento giusto per cominciare e’ prima possibile, cioè: adesso!

Nei corsi per piccolissimi koala facciamo molte brevi attività’: filastrocche, canzoni, interazione uno a uno, uso di pupazzi e oggetti attraenti… Tutto in inglese. I bambini percepiscono i suoni e la musicalità’ dell’inglese, e col tempo imparano il significato delle parole e delle frasi.

Scopri qui tutti i vantaggi del bilinguismo.

Vai a prezzi e date per l’anno 2017-2018.

Clicca qui per scriverci.

 

Perche’ i koala?

I koala hanno meritatamente la reputazione di icone australiane. Sono animali unici, teneri, incredibilmente morbidi, difficilissimi da scorgere in natura, e senz’altro buffi!

Sin dalla mia primo viaggio in Australia, ho visitato una riserva naturale che si occupa di koala, ed e’ subito scattato l’amore – da parte mia verso di loro, per lo meno.

Senza nulla togliere al muscoloso e sproporzionato canguro, al quasi simpatico wombat (ma attenzione: morde!), all’indiavolato diavolo della Tasmania, all’inquietante emu e al mortale serpente marrone, io preferisco di gran lunga il koala, che da vicino non può’ che aprire il vostro cuore e ispirarvi un abbraccio delicato, proprio come i nostri bambini – a volte…

animali australiani