Benefici di bilinguismo e multilinguismo

new york public library

Con questo post cerco di rispondere in modo sintetico alla importantissima domanda: “Perché?” – importante sempre nella vita, ma ancora di più quando si parla dell’educazione dei nostri figli.

Perche’ investire tempo e denaro nell’esporre i nostri bambini a una seconda lingua, in questo caso l’inglese?

Se alcuni benefici di conoscere una seconda lingua fin da bambino possono essere scontati, altri sono meno conosciuti, ma meritano di essere citati:

  • un bambino che sa una seconda lingua e’ un bambino che pensa in un’altra lingua, e ha due sistemi diversi a cui attingere per esprimersi

  • l’acquisizione precoce di più lingue in un bambino ne scolpisce a livello microanatomico il cervello in maniera diversa rispetto all’acquisizione di un’unica lingua

  • un linguaggio imparato precocemente lascia un imprinting nel cervello, e può più facilmente essere riprodotto in futuro

  • più precoce è l’inizio dell’apprendimento delle lingue e più probabile è che esse vengano incorporate nella plasticità neuronale formativa e organizzativa degli schemi mentali che sono alla base dello sviluppo delle competenze, di tutte le competenze dell’intelligenza della persona

  • imparare una seconda lingua sin da piccoli migliora la capacità di problem solving, la creatività, il pensiero astratto, il pensiero divergente e creativo

  • bambini bilingue dimostrano migliori abilità matematiche, di lettura e decisionali rispetto a chi non lo é

  • sapere l’inglese dà accesso a tutte le informazioni disponibili in lingua inglese

  • la conoscenza dell’inglese spalanca le opportunità all’estero: esperienze di lavoro, viaggi, studio, borse di studio

  • conoscere una seconda lingua aumenta l’apertura sociale e culturale delle persone, e quindi le probabilità di successo di una società multietnica

Leggi anche pillole di neurolinguistica.

Info Night: incontriamoci!

Se vuoi investire nell’inglese dei tuoi bambini/bambino/bambina, vieni a scoprire i corsi di Inglese per Piccoli Koala!

E’ l’occasione giusta per capire come funzionano le nostre sessioni di inglese, conoscere l’insegnante, e fare tutte le domande che ti passano per la testa.

 

VENERDI 22 SETTEMBRE 2017

ORE 18:30

alla scuola elementare Le Risorgive,

via Fracazzole 1, Cadidavid, Verona

ingresso palestra (cerca il koala!)

 

Trovi qui prezzi e data di inizio corsi.

Inglese per grandi koala (6-10 anni)

Cari genitori, vi devo dire la verità’, pensavo che i koala che vanno alle elementari non avessero bisogno di me. Hanno già la maestra di inglese – pensavo – se ne occupa lei.

Poi peró, parlando con genitori, educatrici, e responsabili dei servizi educativi, ho scoperto che molto spesso quell’ora di inglese fatta sui banchi di scuola non é per niente soddisfacente – dal punto di vista qualitativo o quantitativo.

Le mie sessioni di inglese per grandi koala, si basano sempre sul divertimento, sulla curiosità’, sulla voglia di giocare, sugli interessi dei bambini. A differenza delle lezioni frontali in italiano della maestra di inglese, con me i bambini ascoltano SOLO inglese per tutta la durata del corso, e c’e’ uno spazio per domande o chiarimenti negli ultimi 5 minuti. Quando partecipano alle attività’ sono tenuti a parlare in inglese. E la pronuncia a cui sono esposti e’ di livello madrelingua.

Il gruppo dei grandi koala ha una grande importanza a livello di opportunità’ per il bilinguismo. La ricerca neurolinguistica infatti ha dimostrato che a 11 anni si chiude la finestra di anni per l’apprendimento ottimale delle lingue straniere. Dopo questa eta’ si potrà’ certo continuare lo studio, ma serviranno sforzi maggiori, per simili risultati. Perché allora non convogliare le inesauribili energie dei nostri bambini in un’attività che li diverte e li prepara linguisticamente per il mondo che li aspetta?

Inoltre e’ molto importante per me la comunicazione con i genitori. La mia attività’ non si ferma ai bambini, ma continua verso i genitori con aggiornamenti su argomenti e progressi delle nostre lezioni, spunti su come integrare da casa con attività’ quotidiane, e consigli per gli acquisti educativi!

Leggi qui i benefici di bilinguismo e multilinguismo.

Vai a prezzi e date dei corsi 2017-2018.

 

Inglese per piccoli koala (3-6 anni)

I “piccoli koala” sono bambini che vanno all’asilo / scuola dell’infanzia. Hanno già una capacita’ linguistica buona e stanno imparando parole e modi di esprimersi alla velocità della luce.

Hanno soprattutto i loro gusti e interessi personali: supereroi, dinosauri, robot, mostri, principesse, cuccioli, veicoli… I loro argomenti di maggiore interesse sono affrontati anche nelle nostre sessioni in inglese, e attraverso simpatici personaggi provenienti direttamente dall’Australia, si spazia tra canzoni, libri, mimo, disegni, attività di movimento in giro per l’aula e giochi di gruppo.

IMG_6377.jpg

A questa eta’ i bambini sono meravigliosamente inclinati all’imitazione della pronuncia, e rispondono meglio ad attività’ e letture recitate, rispetto ai compagni più grandi o più piccoli.

Esporre metodicamente i nostri piccoli all’inglese in questa fase e’ un eccellente investimento per il loro futuro: quando a 6 anni si troveranno ad avere a che fare con le prime lezioni frontali di inglese alla scuola elementare, non si troveranno ad avere a che fare con una lingua nuova, ma solo con un metodo di apprendimento nuovo.

Leggi qui perche’ il bilinguismo e’ fantastico.

Vai ai prezzi e alle date dei corsi 2017-2018.

Inglese per piccolissimi koala (0-3 anni)

Un genitore può pensare che 6 mesi, 1 anno, 2 anni sia presto per iniziare a esporre i propri bimbi (o addirittura neonati) all’inglese. Ma non lo e’. Casomai esiste un ‘troppo tardi’, ma non un ‘troppo presto’.

Quando ho iniziato a studiare linguistica – fine anni 90 – si sapeva già che l’età ideale per studiare le lingue straniere con successo era entro gli 11 anni. Adesso ci sono studi di neurolinguistica che testano e confermano la comprensione multilinguistica già’ nel grembo materno: la risposta dei feti alla voce della mamma  e’ diversa in base alla lingua in cui parla.

Verso il quarto mese, inizia la categorizzazione dei suoni in maniera sistematica. E dal sesto mese, incredibile ma vero, già’ il cervello inizia a concentrarsi sui suoni degli alfabeti già’ familiari, chiudendo il ventaglio infinito di lingue percepibili a una più stretta selezione di suoni già’ sentiti.

Devo aggiungere – da mamma – che i bambini sotto l’anno di eta’ hanno la meravigliosa capacità di sorprenderci all’improvviso dimostrandoci che non solo ci capiscono, ma da un bel po’, e anzi sono già oltre. Vi e’ mai capitato di capire all’improvviso che il vostro bimbo o bimba fosse molto più avanti di quanto non credeste?

A questa età l’apprendimento della seconda lingua avviene esattamente come con la prima: maggiore l’esposizione, l’interazione umana e la ripetizione, migliore il risultato.

Io, per non sbagliare, ho iniziato a parlare in inglese ai miei bambini quando erano ancora comodamente appallottolati nel mio utero. Quanto a voi, il momento giusto per cominciare e’ prima possibile, cioè: adesso!

Nei corsi per piccolissimi koala facciamo molte brevi attività’: filastrocche, canzoni, interazione uno a uno, uso di pupazzi e oggetti attraenti… Tutto in inglese. I bambini percepiscono i suoni e la musicalità’ dell’inglese, e col tempo imparano il significato delle parole e delle frasi.

Scopri qui tutti i vantaggi del bilinguismo.

Vai a prezzi e date per l’anno 2017-2018.

Clicca qui per scriverci.

 

Perche’ i koala?

I koala hanno meritatamente la reputazione di icone australiane. Sono animali unici, teneri, incredibilmente morbidi, difficilissimi da scorgere in natura, e senz’altro buffi!

Sin dalla mia primo viaggio in Australia, ho visitato una riserva naturale che si occupa di koala, ed e’ subito scattato l’amore – da parte mia verso di loro, per lo meno.

Senza nulla togliere al muscoloso e sproporzionato canguro, al quasi simpatico wombat (ma attenzione: morde!), all’indiavolato diavolo della Tasmania, all’inquietante emu e al mortale serpente marrone, io preferisco di gran lunga il koala, che da vicino non può’ che aprire il vostro cuore e ispirarvi un abbraccio delicato, proprio come i nostri bambini – a volte…

animali australiani